mercoledì 13 gennaio 2010

Frittelle di cavolfiore

Adoro tutto ciò che è fritto, sia dolce  che salato, e queste frittelle di cavolfiore sono davvero buone! Servite calde sono un ottimo antipasto, un buon contorno, sono ideali anche per un buffet.
La pastella, neutra nel sapore, si trasforma in una crosta sottile e croccante che esalta il sapore del cavolfiore senza alterarlo.
Provatele anche voi!


Frittelle di cavolfiore
Ingredienti per circa 20 frittelle
350 g di cavolfiore

 per la pastella
6 cucchiai colmi di farina
3 cucchiai di vino bianco
12 cucchiai di acqua
sale
mezzo cucchiaino di lievito istantaneo per torte salate

olio di oliva per friggere

Procedimento
Prepariamo la pastella. In una ciotola mettiamo la farina, il lievito e il sale , aggiungiamo un po’ alla volta l'acqua e il vino facendo in modo che non si formino grumi. Dopo aver mescolato molto bene mettiamo la pastella in frigorifero per almeno un‘ora.

Portiamo a bollore una pentola di acqua salata.
Puliamo il cavolfiore, dividiamolo in cimette, laviamo le cimette e cuociamole nell’acqua salata per 7-8 minuti. Scoliamo il cavolfiore e mettiamolo in un piatto a raffreddare. Dividiamo le cimette a metà (o in quattro se sono troppo grandi) così da avere circa venti ‘fiori’.

Mettiamo in una padella abbondante olio di oliva e riscaldiamolo.
Quando il cavolfiore è freddo prendiamo un ‘fiore’ per volta, immergiamolo nella pastella, facciamo scolare la pastella in eccesso, versiamo quindi il ‘fiore’ nell’olio caldo, friggiamo per 4-5 minuti.


Con un mestolo forato scoliamo le frittelle man mano che diventano dorate da entrambi i lati. Poggiamole quindi sulla carta assorbente per eliminare l’unto in eccesso, conserviamole in forno caldo (spento con sportello semiaperto) finché non avremo finito di friggere.


Condividi su FACEBOOK, TWITTER oppure stampa questo post:
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter

Nessun commento: